Il rifugio Città Carpi è un’altra meta che consiglio di vedere. Si trova nel comprensorio di Auronzo di Cadore ( link al post), precisamente sulla forcella Maraia ad un’altitudine di 2110 metri, nel gruppo dei Cadini di Misurina. Il panorama che si gode dalla sua terrazza spazia sulle Marmole, sul Sorapiss, Monte Cristallo, Tofane e sulla Croda dei Toni. 

Il sentiero

Il sentiero inizia dal lago di Misurina ( link al post)  ma per chi vuole tagliare l’itinerario è possibile salire con la seggiovia che arriva al rifugio Col de Varda ( il parcheggio della seggiovia è gratuito e si trova nella parte destra del lago se provenite da Auronzo). Vi lascio il link della posizione del parcheggio con —> GoogleMaps 

Noi abbiamo preferito intraprendere l’escursione da Misurina senza seggiovia mediante il sentiero CAI116 ( si trova nei pressi dell’impianto di risalita) . Il sentiero subito sale con una certa pendenza nel versante occidentale della montagna.  In circa 50 minuti si arriva ad un bivio, a sinistra si prosegue per il rifugio Col De Varda da dove si gode una vista bellissima sul lago e sulla valle  ( merita far qualche passo in più per raggiungerlo). 

A destra si prosegue sul versante della montagna percorrendo una breve discesa, momento per rifiatare e per godere del panorama che si apre tra le vette circostanti. 

La discesa finisce in pochi minuti e si riprende a salire lungo il sentiero CAI 120. Bellissimi boschi sembrano foreste inviolate. Arriviamo a Conca Maraia dove vediamo prati fioriti e radure boschive, campi di rododendri ci accompagnano con lo scampanellio delle mucche.

Lungo questa parte di sentiero incontriamo grandi massi al di sopra dei quali crescono spontanei alberi bonsai e penso che la vita sulla terra sia così forte da riuscire a trovare spazio anche dove apparentemente non ce ne è. Sono questi piccoli grandi particolari che differenziano una normale escursione da un’uscita memorabile: la capacità di stupirsi della natura, dei particolari che subito non si notano, delle cose che ci fanno tornare bambini e un po’ esploratori. 

Siamo quasi arrivati, il sentiero prosegue in salita e sulla sinistra ecco il rifugio che ci appare come una bellissima oasi. Eccoci finalmente sulla sua terrazza, ci sediamo davanti al panorama e ordiniamo una meritatissima birra gelata e un bel bicchiere di acqua gasata. Da qui Il Sorapiss sembra brillare di luce propria mentre il gruppo dei Cadini di Misurina è inconfondibile con il suo panorama frastagliato e misterioso. 

Ho una buona notizia per gli amanti della bicicletta: l’intero itinerario che vi ho descritto è percorribile con le due ruote. 

Cosa Offre il rifugio

Il rifugio inaugurato 51 anni fa, precisamente il 13 settembre, è dedicato al capitano Manfredo Tarabili Castellani del Battaglione Pieve di Cadore. Il rifugio è stato ampliato negli anni 80 ed oggi gode di 60 posti interni, 45 esterni e varie camere capaci di ospitare fino a 32 persone. Città Carpi trae l’energia da pannelli solati. Apertura dal 20 giugno al 20 settembre, è comunque aperto anche durante i weekend invernali ( da Natale a Pasqua). Vi lascio il numeri di telefono per contatti 04539139 cellulare 328 6875712. Email rifugio@caicarpi.it / rifugiocarpi@libero.it / rifugiocarpi@gmail.com

Write A Comment